2019 – L’anno del Turismo Lento

Cosa faremo a Lioni?

In una società sempre più veloce e frenetica stiamo trascurando la lentezza, la ricerca del bello.
Il Turismo Lento è un modo per valorizzare i territori irpini meno conosciuti dal turismo di massa e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative.
L’anno del Turismo Lento è l’occasione per stimolare un approccio sostenibile, a passo lento, alla scoperta delle ricchezze paesaggistiche e naturalistiche. È una strategia di sviluppo che come Pro Loco stiamo perseguendo dal primo momento. Quest’anno vogliamo alzare l’asticella, con un programma ricco di iniziative in collaborazione con le associazioni del territorio che ne condividono lo scopo. Si parte già Domenica 19 maggio, con gli amici di Info Irpinia, che hanno scelto Lioni come prima tappa del progetto ” Estate in Irpinia“: una giornata alla riscoperta dei luoghi rinati dal terremoto, una giornata intensa di riflessioni e di input. Poi sarà la volta del Cammino di Guglielmo insieme al Touring Club Italiano ( Club di Territorio ‘Paesi d’IRPINIA’ ) , e poi ancora i seminari e le escursioni con il CAI – Club Alpino Italiano per scoprire e valorizzare la nostra meravigliosa montagna, ed ancora con il Touring Club per far conoscere il sito archeologico del monte Oppido, il primo insediamento lionese. Successivamente una giornata con EkoClub e SciclubLioni Lioni, tra i diversi percorsi montani ed infine torneremo alla Cascata di Brovesao, un luogo dalle enormi potenzialità attrattive, che ha bisogno di un importante progetto di valorizzazione. Un programma che prevede migliaia di visitatori provenienti per gran parte dal Sud Italia nell’arco di quattro mesi. Il Turismo Lento ha come fine la tutela e la riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità. Lioni e l’ Alta Irpinia hanno tutte le carte in regola per cavalcare questo trend turistico. Noi nel nostro piccolo cerchiamo di porre le basi affinché il nostro territorio possa diventare una meta obbligatoria per i turisti attenti e sensibili. Proviamoci!